glossari

Vulnerabilità genetica

Mediando un concetto definito dall’IUCN (International Union for Conservation of Nature, Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), la vulnerabilità genetica è l’incapacità di una risorsa genetica a contrastare/adattarsi agli stress biotici e abiotici. Maggiore è l’uniformità genetica di Continua

Varietà da conservazione

Concetto di recente coniazione, anche espresso – ma non definito – nella Direttiva 98/95/CE. Varietà, popolazione locale, ecotipo, clone di piante di interesse agricolo minacciati da erosione genetica e varietà di ortive prive di valore intrinseco per la produzione Continua

Semente certificata

Sementi assoggettate ai previsti controlli ufficiali o sotto sorveglianza ufficiale da parte di un organismo pubblico appositamente delegato. In Italia la certificazione delle sementi è operata dall’INRAN (ex ENSE) – Istituto Nazionale di Ricerca per l’Alimentazione e la Nutrizione Continua

Semente

Il termine si usa in senso tecnologico. Seme usato per la semina che di solito ha subito un qualche processo di pulizia e/o condizionamento. Continua

Seme

Il termine si usa in senso biologico oppure “il termine esprime un concetto biologico”. Organo che si sviluppa dall’ovulo dopo la fecondazione, contenente le riserve nutritive e l’embrione da cui trarrà vita una nuova pianta. Nelle Angiosperme è racchiuso Continua

Selezione massale

Metodo di selezione che prevede la scelta di individui in base al loro fenotipo all’interno di una popolazione geneticamente variabile. Continua

Genotipo

Costituzione genetica di un individuo come risulta dall’insieme dei suoi geni. L’interazione fra genotipo e ambiente dà il fenotipo. Continua

Fenotipo

È l’espressione visibile di un genotipo, risultato dell’interazione tra il genotipo e l’ambiente. Continua

Deriva genetica

È quella parte di evoluzione di una popolazione dovuta a modificazioni casuali, generazione dopo generazione, delle frequenze geniche e genotipiche: è di entità tanto maggiore quanto più piccola è la popolazione. Continua

Conservazione “in vitro”

È un sistema di conservazione ex situ che prevede l’allevamento di cellule, tessuti e organi di specie vegetali in vitro in condizioni di asepsi (sterilità del materiale vegetale, degli ambienti e degli strumenti utilizzati), su terreni nutritivi a composizione Continua