Glossario

Vengono di seguito riportati alcuni termini tecnici utili a comprendere, approfondire e meglio orientarsi nel mondo della Biodiversità.

Se non diversamente indicato, le voci all’interno di questa pagina sono tratte dalle
Linee guida per la conservazione e la caratterizzazione della biodiversità vegetale, animale e microbica di interesse per l’agricoltura. Allegato 1 Glossario dei termini tecnici“, e da “EU 2010 Biodiversity Baseline: Glossary of technical terms

Banca del seme o del germoplasma

Struttura presso la quale sono conservate collezioni di materiali genetici animali o vegetali (specie, varietà entro specie o genotipi in generale). Nel caso dei vegetali, si tratta di semi conservati in celle frigorifere Continua

Biocenosi

Comunità costituita da individui di diverse specie animali o vegetali che occupano contemporaneamente una certa area e interagiscono tra loro. Continua

Biodiversità o diversità biologica

L’insieme della diversità delle forme viventi; il termine fa riferimento a tre livelli di complessità: diversità entro specie, diversità nel numero di specie e diversità ecologica (diversità a livello di comunità di specie). Continua

Biotecnologie

Tutte le tecniche che fanno uso di organismi viventi (microrganismi, piante, animali) per la produzione di sostanze o funzioni utili all’uomo (prodotti alimentari, farmaci, processi fermentativi, ecc…). Continua

Biotipo

Gruppo di esseri viventi con caratteristiche morfologiche e fisiologiche geneticamente omogenee. Continua

Carattere

È un attributo di un organismo che risulta dalla interazione di un gene, o di più geni, con l’ambiente. I caratteri possono essere controllati da un solo gene (caratteri monogenici) o da pochi geni Continua

Caratterizzazione molecolare

Caratterizzazione della variabilità genetica presente tra individui appartenenti alla stessa specie attraverso l’utilizzo di marcatori molecolari. Continua

Caratterizzazione morfologica

Dettagliata e sistematica descrizione di materiale vegetale, rilevando tratti caratteristici in grado di distinguere popolazioni della stessa specie. Identifica quindi una serie di tratti che sono peculiari della specie/varietà in analisi, che si Continua

Clone

Insieme di individui geneticamente uguali fra di loro, perché originati per propagazione vegetativa da un’unica pianta madre (esempio le specie arboree da frutto, alcune specie da fiore, il carciofo, ecc.). Continua