Vulnerabilità genetica

Mediando un concetto definito dall’IUCN (International Union for Conservation of Nature, Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), la vulnerabilità genetica è l’incapacità di una risorsa genetica a contrastare/adattarsi agli stress biotici e abiotici. Maggiore è l’uniformità genetica di una risorsa, maggiore è la sua vulnerabilità genetica e maggiori sono gli input esterni necessari a difenderla. La vulnerabilità è uno dei tanti criteri usati dall’IUCN per redigere le cosiddette “liste rosse” di specie, appunto, “vulnerabili”, cioè a rischio di erosione/estinzione (http://www.iucn.org/).

Fonte: Linee guida per la conservazione e la caratterizzazione della biodiversità vegetale, animale e microbica di interesse per l'agricoltura
« Back