La Carota di Polignano ottenuta per embriogenesi somatica

Per incrementare il numero di plantule di Carota di Polignano, presso il laboratorio di Micropropagazione e microscopia del DiSAAT abbiamo studiato la possibilità di impiegare la tecnica di moltiplicazione in vitro mediante la produzione di embrioni somatici.

Qualche mese fa sono state descritte le prime fasi della tecnica che ha consentito di ottenere il callo embriogenetico, partendo da sezioni di cambio prelevate dalla porzione mediana del fittone, e da questo lo sviluppo di embrioni somatici. Le plantule ottenute per conversione dagli embrioni somatici (foto 1) sono state trasferite in serra climatizzata per l’ambientamento (foto 2) e poi trasferite in campo dove hanno prodotto le carote, che hanno rispettato esattamente il colore del fittone di partenza: giallo, arancione e viola (foto 3, 4, 5).

L’applicazione di questa particolare tecnica assicura una efficienza elevatissima della moltiplicazione del germoplasma prescelto, consentendo di ottenere tutti esemplari identici alla pianta di partenza, che possono essere destinati sia alla conservazione del germoplasma che all’ampliamento e valorizzazione della sua coltivazione.

A cura di Claudia Ruta

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back