Occhio, malocchio …aglio e peperoncino!

Nell’era moderna credere al malocchio è fuori luogo, ma di fronte alle pittoresche ghirlande di Antonella Frisco di Ruffano (LE) un pensierino lo si fa, non per i poteri esorcizzanti che potrebbero avere ma per i colori e le forme dei caratteristici peperoncini che utilizza per realizzarle.
Ha iniziato per passatempo, ma da qualche anno le sue ghirlande sono sempre più richieste. Antonella viene invitata ai mercatini delle fiere patronali e delle sagre locali, per cui deve intensificare sia la produzione delle variopinte varietà, sia la lavorazione delle ghirlande, scontrandosi con lo scetticismo e la continua opera di dissuasione del marito Tarcisio. Infatti, Antonella ha un punto vendita di ortaggi prodotti da suo marito che, insieme con i figli, conduce l’azienda agricola di famiglia.
Antonella realizza anche ghirlande di aglio, utilizzando una varietà locale o, meglio, familiare; infatti, ci dice che da circa 70 anni ne rinnovano la coltivazione, insistendo a proporre il prodotto agli acquirenti sbadati, che vengono attratti da varietà commerciali a spicchi più grossi ma meno profumati.
Con un sopralluogo in campo, ci viene indicata la coltura di peperoncini che fornisce la materia prima ad Antonella: circa 30 metri quadrati, tante varietà!
Sorprendentemente, rileviamo la presenza di due piante di “Peperone a naso” (una delle quali ormai secca) e ci rincuora la sensibilità di Tarcisio che si rende disponibile a mantenerle per la semente ed il rinnovo; da qui il dialogo va sul grave problema dell’abbandono delle varietà locali e Tarcisio ci racconta di quando la sua famiglia (10 figli, due genitori e vari zii) erano tra i più grandi produttori della varietà locale “Lacciu de Turre” (il Sedano di Torrepaduli, frazione di Ruffano – LE). In questi ultimi anni, a Ruffano e a Torre Paduli il consumo dell’ortaggio è calato drasticamente tanto che una settimana prima Tarcisio aveva preferito distruggere una coltura di circa 30 are, piuttosto che spendere tempo e denaro per un raccolto che non si sarebbe venduto!

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back