I semi devono avere una possibilità

Ai nostri bambini dovremmo far conoscere sempre e subito il valore dei semi.

Quando ero piccolo mio padre e mia madre mi dicevano sempre di conservare il seme delle pesche e delle nespole migliori, perché andavano riprodotte. Allora, mangiavo tutta la polpa del frutto e mettevamo da parte il seme. Poi andavamo sul balcone e lo mettevamo in un vaso. Crescevo con le piantine che crescevano.

“Conosco una donna che non getta i noccioli della frutta nella spazzatura. Li raccoglie e poi trova un terreno in cui buttarli.
Dice che sono semi e devono avere una possibilità.”
(Erri De Luca, 2013. Storia di Irene. Feltrinelli, Milano, pag. 72)

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back