Attività:  1. Storia Partner:  Università degli studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Scienze Agro – Ambientali e Territoriali (DiSAAT) – Università degli Studi di Bari Aldo Moro (Capofila)

Il “lambascione”, special guest a Noci

Quando siete nella Murgia dei Trulli una tappa d’obbligo è Noci. La città mette subito in chiaro la sua vocazione e lo scrive sotto gli stessi cartelli di indicazione di località: “Noci, Città dell’enogastronomia”. Le promesse le mantiene non Continua

Del Fico d’India non si butta niente

Al turista che percorre le strade pugliesi di certo non sfugge la lunga teoria di piante di Fichi d’India che le scortano; danno un tocco di esoticità alla nostra terra, per non dire dei colori di cui si vestono Continua

E salsa sia!

“Andate a prepararvi”, sollecitava mia madre, quando bambini, stropicciandoci gli occhi ancora assonnati, venivamo fuori dal letto richiamati dai rumori dei grandi intenti alle operazioni di preparazione della salsa. Voci, movimenti di bottiglie e pentole in alluminio, mestoli, enormi Continua

I “sfrattachiante”

Il massimo dell’affronto che un contadino del posto può fare a una donna molese, produttrice da decenni di salsa di pomodoro altamente selezionata consiste nel rifilargli “sfrattachiante” (universalmente noti come il prodotto di seconda scelta che rimane alla pianta Continua

Di Mola, coltivati sul mare, alle “Penne”

Queste le caratteristiche mai mutate nel tempo dei pomodori ideali da utilizzare per la salsa sul nostro territorio. Sulla costa molese ci sono terre vocalmente ortalizie dove, grazie alla presenza di un terreno limo sabbioso dissetato da vene superficiali Continua

Salsa e pezzetti il cielo li ha benedetti…!

Era la litania motivante delle donne, dispensata in stretto dialetto molese, che faceva da sfondo all’affannato viavai di casse di pomodoro da svuotare, tinozze da riempire, bombole di gas da collegare, enormi tegami da lavare e sistemare sul fornellone, Continua

Che salsa sia!

Ogni salsa a casa nostra termina con le fatidiche parole, dette a turno, negli anni, da uno dei salsari, che in quella tornata ha segnato il traguardo particolarmente stanco: “Questa è l’ultima volta, lo vedrete se il prossimo anno Continua

La nuova salsa

Ero la più pigra, la più lenta, la più distratta, la più attratta dalle perdite di tempo, la più rimbrottata. La bambina che seguiva passo passo i pomodori e che tutti, in ogni fase di lavoro si ritrovavano continuamente Continua

A Castellana con ‘a ‘mbanate

Questa volta al turista propongo un’accoppiata vincente: una escursione in una città che è da sempre una meta turistica assai ricercata e un piatto della migliore tradizione gastronomica della tavola del contadino: la città è Castellana Grotte, il piatto Continua

A Lesina l’anguilla si perde nell’orto

Un pilastro della cucina di laguna è l’anguilla. Quella di Lesina,  di una varietà pregiata, è artefice di un’attività fiorente ed è di un sapore assai delicato. La sua notorietà non è certo limitata al solo comprensorio di Lesina Continua

Fave, amore e fantasia

Se è vero che le orecchiette e le cime di rape sono le bandiere gastronomiche della Puglia è altrettanto vero che qui le più gettonate delle preparazioni hanno l’alleato più fedele e versatile nelle fave. Qualche tempo fa, spinto Continua

La “farinella” di Putignano

Come il prezzemolo di ogni minestra. I turisti che corrono a frotte a Putignano (BA) nei giorni del suo storico carnevale si imbattono inevitabilmente nella sua “farinella”. E mi riferisco a quella straordinaria e versatile farina che i putignanesi Continua

BiodiverSO dona 15 kg di fave alla Comunità Sant’Egidio

Completata la raccolta delle fave ottenute dal confronto tra quattro varietà locali e due commericiali, dopo aver valutato i fattori della produzione, avendo tanto materiale a disposizione, abbiamo regalato al gruppo della Comunità Sant’Egidio 15 kg di baccelli di Continua

I PAT di BiodiverSO

I Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) sono prodotti inclusi in un apposito elenco nazionale predisposto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, con la collaborazione delle Regioni. Grazie a BiodiverSO, altri 34 PAT sono stati attribuiti alla Regione Puglia. Continua

Il “calzone” con le fave novelle

Un’idea per il pic-nic e non solo C’è anche il turismo mordi e fuggi; quello che, per intenderci, si fa appena fuori porta e dura un giorno, magari portandosi dietro anche le vettovaglie da consumare nei pic-nic all’aria aperta. Continua

Il pesto che viene dal sud

Toritto vs Genova Al turista che percorre le strade della provincia barese, da nord a sud, di certo non sfugge che, a mano a mano che si sale, i mandorli si fanno più numerosi degli ulivi fin quasi a Continua

Biodiversità delle specie orticole della provincia di Bari

  Potete scaricare il file pdf. SANTAMARIA P., 2017. Biodiversità delle specie orticole della provincia di Bari. In: Giardini Produttivi. Nuovi modelli per gli spazi pubblici delle città mediterranee (a cura di G.A. Neglia). Arti Grafiche Favia, Modugno (Bari), Continua

Chiuso il progetto BiodiverSO. E ora?

Il progetto BiodiverSO si è concluso. Iniziato alla fine del 2013 ha raccolto, mantenuto, studiato, caratterizzato e conservato centinaia di varietà locali. E adesso? Siamo di fronte ad un bivio. Restiamo fermi ritenendoci appagati del risultato ottenuto? O continuiamo Continua

Spaghetti con le cime di rapa in brodetto di pesce

Nelle nostre conversazioni ed esplorazioni ci capita di scoprire cose inaspettate. Ad esempio, questo è un piatto di cui non conoscevamo l’esistenza, ma che ha una sua spiegazione. Si tratta di “Spaghetti con le cime di rape, in brodetto Continua

Spunti dal libro “I Sapori ritrovati”

“I Sapori ritrovati” di Palmina Cannone (Schena Editore – 1999) Un puntale itinerario gastronomico nella cucina del brindisino e più in dettaglio in quella fasanese è descritto nel volume “ I sapori ritrovati” di Palmina Cannone edito da Schena Continua

Spunti dal libro “Cucina del Gargano”

“Cucina del Gargano” di Giovanni Nino Arbusti (Franco Muzzio Editore – 2003) “La cucina garganica è il frutto di un’esperienza nata dall’uso di ingredienti offerti da una terra popolata, inizialmente, da pastori solitari, taciturni ma saggi“. Si legge così Continua