Attività:  4. Caratterizzazione Partner:  Università degli studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Scienze Agro – Ambientali e Territoriali (DiSAAT) – Università degli Studi di Bari Aldo Moro (Capofila)

Riconoscimento “I Gigli delle due Sicilie” per BiodiverSO

Mercoledì 25 aprile, a Gravina in Puglia, si terrà la premiazione della seconda edizione del premio “I Gigli delle due Sicilie”, nel corso del quale verranno premiati gli autori dell’articolo “Preliminary Evidences of Biofortification with Iodine of “Carota di Polignano”, Continua

Caratterizzazione e biofortificazione della rucola

Come avevamo precedentemente riportato, presso l’azienda sperimentale “La Noria” del CNR di Bari, abbiamo in corso una prova sperimentale su rucola. Oltre a caratterizzare i parametri fisiologici di questa specie, stiamo puntando alla biofortificazione con iodio, e a verificare Continua

Iniziata la raccolta delle fave

La scorsa settimana abbiamo iniziato la raccolta dei baccelli delle sei varietà di fava (Vicia fava L.) che stiamo studiando nell’Azienda sperimentale “La Noria” del CNR-ISPA, in agro  di Mola di Bari. Prosegue la valutazione morfologica e qualitativa di Continua

La coltivazione della mizuna senza suolo in serra

Tra le Brassicaceae confrontate nella prova di fortificazione in iodio, allestita in serra con coltivazione in vaso, la mizuna, specie di confronto rispetto alle RGV autoctone, è quella probabilmente più adatta alla coltura in ambiente protetto, dato che è Continua

Coltivazione della senape rossa senza suolo in serra

La senape rossa, ultima delle quattro Brassicaceae confrontate in serra in coltivazione senza suolo, ha stupito per le dimensioni e la croccantezza delle foglie. Commestibile cruda probabilmente solo come baby leaf, a causa del sapore intenso di senape piccante, Continua

Avviata la prova di rucola in serra

È stata avviata a Mola di Bari, presso l’azienda sperimentale “La Noria” del CNR-ISPA, una prova sperimentale su rucola. La prova prevede la coltivazione sia della “rucola coltivata” (Eruca vesicaria (L.) Cav.) che della “rucola selvatica” (Diplotaxis tenuifolia (L.) Continua

Coltivazione della cima di rapa senza suolo in serra

La cima di rapa confrontata con cavolo riccio, senape e mizuna, in una coltivazione senza suolo in serra (già descritta nella news su cavolo riccio), ha mostrato un notevole accrescimento vegetativo e la formazione dell’infiorescenza principale all’epoca della raccolta. Continua

Coltivazione del cavolo riccio per l’arricchimento in iodio

Sono disponibili i primi risultati relativi alla coltivazione del cavolo riccio (Brassica oleracea L. var. acephala) in serra con sistema senza suolo, nell’ambito della prova sperimentale condotta presso l’azienda sperimentale La Noria del CNR-ISPA. L’obiettivo della prova sperimentale è Continua

Carota biofortificata in iodio

Anche il mensile Colture protette ha dedicato una pagina alle nostre attività diricerca sulla biofortificazione in iodio della Carota di Polignano. L’articolo è sul numero di marzo a pagina 6 ed è firmato da Fiuseppe Francesco Sportelli. Continua

Il fiore del Barattiere

Grazie al progetto BiodiverSO abbiamo cercato di caratterizzare il fiore del barattiere (Cucumis melo L.) per avere indicazioni utili per la forma da allevamento da dare alla pianta soprattutto quando viene coltivata in serra. Ricordiamo che il fiore completo, Continua

Confronto tra Batata leccese micropropagata e tradizionale

Per verificare l’efficacia della tecnica utilizzata per la moltiplicazione e conservazione in vitro, le piantine di Batata leccese a buccia rosa o bianca, ottenute da micropropagazione e conservate in vitro in crescita rallentata per un anno, dopo l’ambientamento in Continua