BiodiverSO a Trani: la salute vien mangiando

Dal fascino delle colture pugliesi alla valorizzazione dei prodotti tipici, dalle risorse genetiche orticole agli effetti benefici delle piante autoctone sulla salute dell’uomo: il progetto BiodiverSO ha approdato a Trani.

Il 27 maggio, l’I.I.S.S. “A. Moro”, indirizzo Enogastronomia ed Ospitalità Alberghiera, ha ospitato la tavola rotonda “La Biodiversità orticola in Puglia: dal campo alla tavola”.

I patriarchi della biodiversità, riuniti in mostra, ci hanno conducono alla scoperta delle eccellenze orticole pugliesi.

Il Dirigente Scolastico Michele Buonvino ha accolto calorosamente l’iniziativa, invitando a riflettere sul significato del termine biodiversità per la salute del pianeta. Il programma della tavola rotonda, moderata da Vincenzo Di Cugno, docente dell’I.I.S.S. “A. Moro”, indirizzo Enogastronomia ed Ospitalità Alberghiera, è stato avviato da Luisa Maria Ruggieri, docente dell’I.I.S.S. “A. Moro”, indirizzo Tecnico Economico, che ha valorizzato il patrimonio ambientale e agroalimentare attraverso una sequenza di immagini che raccontano l’evoluzione e l’importanza della salvaguardia della biodiversità per uno sviluppo sostenibile. A seguire, attraverso affascinanti fotografie di antiche pubblicazioni e di storie legate ai “BioPatriarchi”, il dott. Beniamino Leoni, dell’Università degli studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali – ha proposto un viaggio tra i molteplici colori, odori e sapori delle terre di Puglia alla scoperta e alla raccolta delle varietà orticole locali e delle tradizioni culinarie pugliesi, reperite mediante un lavoro di scouting nell’ambito del progetto BiodiverSO.

Dalle varietà orticole tradizionali la biodiversità si implementa nel settore enogastronomico ed alberghiero. E’ quanto ha illustrato il prof. Luigi Ricciardi, dell’Università degli studi di Bari A. Moro – Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti. Ha chiuso la tavola rotonda Marilena Muraglia, docente dell’I.I.S.S. “A. Moro”- indirizzo Enogastronomia ed Ospitalità Alberghiera, che in maniera semplice ha comunicato l’importanza della qualità della nutrizione decantando il valore nutraceutico della dieta mediterranea e ribadendo la possibilità di curarsi  a tavola.

La tavola rotonda ha sollecitato la curiosità e l’attenzione della maggior parte degli studenti.

La riflessione sulla biodiversità si è trasformata in un momento di condivisione e di festa grazie ad un aperitivo preparato da un gruppo di alunni dell’indirizzo alberghiero, coordinati dai docenti del settore, che in chiave innovativa hanno rielaborato ricette tradizionali utilizzando i prodotti locali, comprendendo l’importanza della biodiversità in cucina.

Da BiodiverSO abbiamo, inoltre, imparato che la cooperazione è fondamentale per raggiungere un obiettivo.

Marilena MURAGLIA

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back