Caratterizzazione dei frutti di zucchina

A partire dalle varietà locali di zucchina (Cucurbita pepo) pugliesi reperite dall’Istituto di Bioscienze e Biorisorse (IBBR) del CNR, è stata effettuata la caratterizzazione dei frutti.

Dopo un’accurata coltivazione in campo, e dopo le fasi di caratterizzazione di piante e fiori, sono stati ottenuti i frutti, caratterizzati nei laboratori dell’IBBR. Su un numero di sei varietà analizzate, due hanno mostrato un rapporto lunghezza/diametro dei giovani frutti dal valore medio, mentre le altre quattro varietà si sono caratterizzate per un valore alto. Il rapporto tra queste due variabili va ovviamente ad influenzare la forma del frutto, che nelle diverse varietà presenti in campo è risultata ellittica, piriforme o cilindrica. A maturità commerciale, il colore principale dell’epidermide in cinque varietà su sei è stato il verde, mentre una sola varietà ha manifestato come colore principale il giallo chiaro.

In fase di accrescimento i giovani frutti hanno subito una variazione nella loro forma; infatti, mentre le varietà a forma ellittica e piriforme sono rimaste invariate, i giovani frutti di forma cilindrica hanno virato verso una forma clavata a maturità completa.

Tutti i frutti analizzati hanno presentato le coste, ossia elementi non molto evidenti, che costituiscono la nervatura del frutto, ma non solchi o verruche dell’epidermide. Il peduncolo, che inizialmente sosteneva il fiore e nelle fasi successive il frutto, è risultato di lunghezza media e colorazione di media intensità tra il verde ed il giallo.

In collaborazione con Salvatore Cifarelli, Antonio Quattromini, Paolo Di Renzo

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back