Chiuso il progetto BiodiverSO. E ora?

Il progetto BiodiverSO si è concluso. Iniziato alla fine del 2013 ha raccolto, mantenuto, studiato, caratterizzato e conservato centinaia di varietà locali. E adesso?

Siamo di fronte ad un bivio. Restiamo fermi ritenendoci appagati del risultato ottenuto? O continuiamo a lavorare per l’agrobiodiversità?

L’esperienza degli ultimi anni ci ha insegnato che più si cerca e più si trova, e che è necessario svoltare: è necessario adesso aggiungere valore al nostro patrimonio di biodiversità. Insomma non bisogna commettere gli errori che sono stati fatti 50 anni fa: oggi abbiamo conoscenze e strumenti che potrebbero farci riconciliare con il passato. Anche se la causa di ciò che abbiamo comunque perso è stata chiamata «rivoluzione verde».

Con il vostro aiuto speriamo di cavarcela.

 

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back