“Ce li vuè chiù prelebete/ le da fe fritte e ‘ndurete…” (Se li vuoi più prelibati/ devi farli fritti…

“Ce li vuè chiù prelebete/ le da fe fritte e ‘ndurete…” (Se li vuoi più prelibati/ devi farli fritti e indorati).
Così recita in una sua poesia il poeta altamurano Giovanni De Nora. A cosa si riferisce però? Al lambascione chiaramente. Ed eccoli così: fritti, nella loro semplicità, conditi con un po’ di sale e pepe, mentre sbocciano come fiori.





Fonte

« Back