Straordinari turioni di succiamele delle fave (Orobanche crenata Forsskal, famiglia Orobanchaceae), …

Straordinari turioni di succiamele delle fave (Orobanche crenata Forsskal, famiglia Orobanchaceae), nota anche come orobanche, sporchia, neca, nera, scalogno, erba fiamma, erba tora, malocchio, coda di leone, pisciacane, ernagna, brucialegumi, lamione, fuoco di S. Antonio, branchia d’orso, sparagione, cuccheddu (Sardegna). Questi esemplari sono stati raccolti in un campo di fave a Mola di Bari. Dai turioni presenti su una pianta di fave di grandi dimensioni possono essere raccolti oltre 100.000 semi piccolissimi (intorno a 0,3 mm), tali che in un grammo se ne contano circa 11.000. I semi rimangono dormienti ma vitali nel terreno per un periodo che può superare i 15 anni.





Fonte

5 Commenti su “Straordinari turioni di succiamele delle fave (Orobanche crenata Forsskal, famiglia Orobanchaceae), …”

  1. Avatar

    Il sequoia è uno degli alberi più grandi del mondo e suoi semi sono uno dei più piccoli.
    Ci vogliono 92.000 semi per fare mezzo chilo!

  2. Avatar

    Io quest’anno ho messo una bella fila di aglio
    Vicina alla fava e nn è cresciuta, ma nn posso dire con certezza che è grazie a questa consociazione

  3. Avatar

    @biodiverso salve.
    Premetto che nn sono preparato circa questa specie d pianta.
    Ma in merito alla sporchia e il motivo per il quale esca, considerando la pianta delle fave e i fiori stessi come autofecondi, considerato che a all interno contengono semi,non è possibile che in origine le piante non avessero fiori ermafroditi e quindi la Sporchia sia solo un fattore ereditario su alcuni ceppi?

« Back