Il “Pomodoro viola” nella tesi di laurea di Matteo Toma

“Metodi di indagine per il recupero, caratterizzazione, propagazione e conservazione di germoplasma di varietà orticole locali” è il titolo della tesi di laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie che Matteo Toma ha discusso nella seduta del 25 ottobre 2018 presso l’Aula Magna dell’ex Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

Lo studente ha svolto il suo tirocinio presso l’Orto botanico afferente al Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali (DiSTeBA) dell’Università del Salento avendo come tutor il prof. Luigi De Bellis e la dott.ssa Rita Accogli.

La tesi descrive le attività condotte dall’Orto botanico del DiSTeBA nell’ambito del progetto BiodiverSO e contiene diverse informazioni inerenti i risultati delle indagini svolte su una varietà di pomodoro autoctona dell’agro di Melpignano e Maglie: il “Pomodoro viola”. Si tratta di una varietà di pomodoro presente da oltre 40 anni nell’agro leccese, che manifesta dei caratteri non riscontrabili in altre varietà locali.

A seguito di ulteriori attività di caratterizzazione sarà possibile discriminare in modo più dettagliato tutti i caratteri che contraddistinguono questo genotipo di pomodoro. Ciò al fine di esaltare le sue peculiarità e promuoverne la coltivazione nel territorio di Melpignano, favorendo così spontanee attività di conservazione in situ da parte degli agricoltori locali.

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back