La biodiversità orticola trattata in una tesi di Dottorato

Il DiSSPA, nell’ambito del progetto BiodiverSO, ha collezionato e caratterizzato popolazioni locali di importanti specie ortive pugliesi. Alcuni dei risultati conseguiti sono stati oggetto di una tesi di Dottorato  dal titolo: “Study of genetic diversity in germplasm collections of Cucumis melo L., Cicer arietinum L. and Brassica rapa L. subsp. sylvestris (L.) Janch”,  discussa il 12 marzo 2019 dalla Dott.ssa Rosa Mazzeo, che ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in ““BIODIVERSITÀ, AGRICOLTURA E AMBIENTE”.

I principali risultati riportati nella suddetta tesi hanno riguardato lo studio della diversità genetica condotta attraverso marcatori molecolari di due specie ortive, il Cucumis melo L. e la Brassica rapa L. subsp. sylvestris (L.) Janch e una leguminosa, il Cicer arietinum L..

Per ciò che concerne il C. melo,  in un precedente post sono stati dettagliatamente riportati i risultati della caratterizzazione di popolazioni locali di melone d’inverno, barattiere e carosello, peraltro pubblicati sulla rivista internazionale BMC genomics.

Le analisi condotte sulla cima di rapa rappresentano, invece, il primo studio di variabilità genetica in 67 popolazioni locali, che ha consentito di classificare le popolazioni in base all’area geografica di coltivazione piuttosto che sulla base dell’epoca di fioritura, come avveniva in passato. I risultati di tale ricerca sono stati sottomessi alla rivista internazionale Scientia Horticulturae.

Infine, la tesi di dottorato riporta anche importanti risultati di caratterizzazione genetica di una coltura tipica pugliese, il cece nero, il cui collezionamento è stato realizzato dal DiSSPA con l’Azienda Agricola Iannone Anna nell’ambito del progetto SAVEGRAINPUGLIA.  I risultati hanno evidenziato che il cece nero pugliese rappresenta un gene pool differente da quelli delle due tipologie commerciali diffuse a livello mondiale: Desi e Kabuli, e come possa contribuire ulteriormente al miglioramento genetico della specie. Anche questi dati sono stato oggetto di pubblicazione sulla rivista The Plant Genome (file:///C:/Users/pc/Downloads/tpg-10-2-plantgenome2016.11.0115.pdf).

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back