Le altre attività in corso sul risanamento del carciofo

ATTIVITA’ 04. Caratterizzazione morfologica e genetica delle risorse  e sistemi di identificazione varietale

SA 4A Azione T4A.1; SA 4A Azione T4A2

È in corso la programmazione per il monitoraggio delle infezioni virali presenti su almeno sei varietà di carciofo descritte nell’Almanacco BiodiverSO presso le Aziende dalle quali sono state prelevate le piante successivamente sottoposte a risanamento.

I virus monitorati saranno quelli indicati nella Determinazione n. 447 del 3.8.2012 del Dirigente del Servizio Agricoltura della Regione Puglia. I risultati saranno riportati in schede descrittive delle caratteristiche eco-epidemiologiche dei virus identificati, anche ai fini della valutazione di un eventuale risanamento.

Per il prelievo dei campioni, le analisi fitovirologiche e la redazione delle schede il Partner ha impegnato circa il 100% del budget a disposizione per l’affidamento dell’incarico all’IPSP del CNR, U.O. di Bari, tramite convenzione n. 0000687 del 2/3/16.

 ATTIVITA’ 05. Risanamento delle varietà di carciofo ai soli fini conservativi, registrazione di varietà locali al catalogo nazionale, preparazione di materiale sano

 SA 5B Azione T5B.1

È in corso l’allestimento di un campo catalogo di varietà di carciofo risanato rispetto ai due previsti a causa delle limitatissime quantità di materiale “base” esitato dalle attività di premoltiplicazione e moltiplicazione.

 SA 5B Azione T5B.3

E’ in corso il risanamento del materiale standard iniziale di Carciofo di Lucera e Violetto di Trinitapoli (Francesina) mentre sarà necessario ripartire da nuovo materiale standard iniziale di Tricasino e Nero di Ostuni a causa della scarsa qualità di quello raccolto in precedenza.

Per le analisi fitovirologiche ed il risanamento delle quattro varietà di carciofo il Partner ha impegnato il 100% del budget a disposizione per l’affidamento dell’incarico all’IPSP del CNR, U.O. di Bari, tramite convenzione n. 0000687 del 2/3/16.

Apice meristematico di Violetto di Trinitapoli (circa 300 micron) a 24 ore dall'insediamento su substrato agarizzato Nuovi insediamenti di apice meristematico di Carciofo di Lucera (a sinistra) e di Violetto di Trinitapoli (a destra).

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back