Le varietà locali di melone recuperate dalla Cooperativa Gaia

La cooperativa Gaia ha la sua azienda agricola a Muro leccese, dispone di ampie superfici coltivabili e serre per la coltivazione protetta. Tra i soci, il Sig. Nando De Lumè, di Corigliano d’Otranto, una nostra conoscenza, continua la sua antica passione: coltivare varietà locali. Ha sempre aiutato il padre nella conduzione dell’azienda familiare, acquisendo tecniche colturali e conoscenze su varietà locali che hanno fatto la storia dei luoghi. Molte sono le varietà locali che con la Cooperativa continua a coltivare per la vendita a km 0 ed a riproporre per mantenere l’identità territoriale come, ad esempio, “Poponeddha di Corigliano”, “Pestanaca”, “Cicoria di Galatina” e Mugnulu. Nel periodo estivo, prò, abbiamo potuto ammirare le spettacolari coltivazioni di meloni a lunga conservazione, per i quali Nando ha sciorinato nomi strani, ma identificativi dei loro caratteri morfologici: “Minna de monaca”, “Scurzune”, “Zuccarinu”, “Biancu”, “Pintu”. Purtroppo, i primi raccolti erano stati già fatti ed i frutti in maturazione evidenziavano una forte ibridazione tra quelle varietà coltivate così vicine.

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back