Prova sperimentale di brassicacee presso l’Azienda sperimentale La Noria del CNR-ISPA

Le varietà locali di Brassicaceae pugliesi ritornano presso l’Azienda sperimentale La Noria del CNR-ISPA. Questa volta in una prova sperimentale vera e propria, in serra e coltivate senza suolo.

È stata allestita una coltivazione di quattro genotipi: due locali (cavolo riccioBrassica oleracea L. var. acephala; cima di rapaBrassica rapa L.) e due di provenienza esterna (mizuna Brassica juncea  L.; senape rossaBrassica rapa var. juncea). La coltivazione è in vaso con substrato a prevalenza di perlite e fertirrigazione a goccia. Alle piante è stato applicato un trattamento di arricchimento delle foglie in iodio, somministrato in soluzione nutritiva come iodato di potassio.

Lo scopo è quello di ottenere un prodotto biofortificato, da sottoporre a cottura per verificare la capacità di ritenzione dello ione iodato dopo cottura e la bioaccessibilità attraverso un processo di digestione gastrica in vitro.

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

« Back